• Print
close
Breaking news

Sei alla ricerca di un programma tv o di un film da guardare sul divano ma non ...read more Da oggi “Swoosh”, il primo singolo ufficiale di Dariè Baby, artis...read more Il rapper lancia il nuovo disco, in uscita il 26 giugno: «Lo definirei sobrio,...read more Leggere testi ad alta voce ed essere pagati per farlo. L’azienda di servi...read more Si intitola “Una voglia assurda” e uscirà venerdì “L...read more Aveva 51 anni e si trovava in Sicilia. Il ricordo dei colleghi: «Un grande per...read more ”Rabbia ed orgoglio dei dottori commercialisti verso le insinuazioni ...read more Torna Barbara Gilbo con la sua suadente e graffiante voce pop/rock e con un pez...read more Ideato da Tohru Iwatani, mentre guardava una pizza dopo averne mangiato la...read more Si chiama Avi Schiffmann e ha spiegato: “Non sono uno speculatore, non vo...read more

Testo Kiave – Gravità

Testo: Gravità

Album: Il Tempo Necessario

Artista: Kiave

Anno: 2009


Strofa 1:
E anche oggi cammino fra di voi senza sentirmi come voi
dimmi ciò che vuoi sul filo di sti rasoi
a testa alta per monitorare gli avvolti
convinti che il rap sia nato da un bianco di Detroit
spingiti in la di ciò che devi di ciò che puoi
le vere manettte non stanno ai polsi ma dentro la mente
e chi le ha avute sa che quando uno sbirro le mette
te le mette sempre troppo strette
rimo per chi vede poche stelle dalle grate di quelle celle
ed è li ingiustamente
per quelle modelle che hanno strade come passarelle
e quando passi in tangenziale pensi siano troppo belle
per questo mestiere per questo detesto chi le vuole mantenere
su quel marciapiede
tanto non fa testo se muoiono e sono straniere
è andata bene se il corpo torna nel loto paese
ste cose le sai o le hai viste alle iene hai
paura dell’Aiz malattia veneree
caduto in queste ragnatele stretto fra le tele della tele
t’accolgono come alla away ma al collo hai catene
hanno il controllo su quello che provi e in più
gli cambiano nome ma è sempre una schiavitù
e ho queste note e queste rime per farti capire
che fuori c’è un regime è ora di reagire

Rit x2:
Ne avverto la gravità gravità
e lascio che sia la gravità a portarmi sempre più giù
non rivoluzioni se non ti rivoluzioni no
non rivoluzioni se non ti rivoluzioni no

Strofa 2:
Le divise blu non mi fanno più paura
saldato il mio debito la mia condotta è pura ma
mi spaventa l’ignoranza di un volto sotto il berretto
spaventato perchè gli ho risposto in italiano corretto
o la passività
di accettare tutto ciò che la vita ti da
mi spaventa una madre che usa la tv come baby sitter
e per paura di invecchiare invecchia dall’estetista
è triste si è triste sistematicamente
si offende un sistema che è fatto di uomini
rende la gente automi anonimi
di fronte a uno stupro restano attoniti immobili
io ho ucciso solo un uomo nella mia vita perchè
ho ammazzato l’uomo massa che è in me
e ho queste note e queste rime per farti capire
che fuori c’è un regime è ora di reagire

Rit x2

Strofa 3:
questa è l’epoca degli ista
professionista arrivista azionista
commercialista affarista
stacanovista qualcuno vuole che una definizione rapisca tutti quanti
e crea l’anti proibizionista anti conformista
anti cammorrista anti nazista anti sessista
se non sei un “ista”
vali zero euro
ma se il suffisso è ista il prefisso vero è pseudo
mettiti in lista sfogati dall’analista
che se è ignorante confisca il tuo carisma
non rivoluzioni se non ti rivoluzioni no
non rivoluzioni se prima non cambi te stesso
adesso vivo per realizzare un sogno
che feci una notte d’agosto
ero un seme che si duplicava triplicava decuplicava
poi scoppiava inondando il mondo di migliaia di semi che
si duplicavano triplicavano scoppiavano
inonando i paneti di milioni di semi che
si duplicavano triplicavano scoppiavano
inondando le menti di miliardi di semi che
si duplicavano triplicavano scoppiavano…

Tag:, , , , , , , , , ,

No Comments

No Comments

  • Testo Kiave - Gravità... Strofa 1: E anche oggi cammino fra di voi senza sentirmi come voi dimmi ciò che vuoi sul filo di sti rasoi a testa alta per monitorare gli avvolti convinti che il rap sia nato da un bianco di Detroit spingiti in la di ciò che devi di ciò che puoi le ve...

Story Page

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi