close
Breaking news

Sei alla ricerca di un programma tv o di un film da guardare sul divano ma non ...read more Da oggi “Swoosh”, il primo singolo ufficiale di Dariè Baby, artis...read more Il rapper lancia il nuovo disco, in uscita il 26 giugno: «Lo definirei sobrio,...read more Leggere testi ad alta voce ed essere pagati per farlo. L’azienda di servi...read more Si intitola “Una voglia assurda” e uscirà venerdì “L...read more Aveva 51 anni e si trovava in Sicilia. Il ricordo dei colleghi: «Un grande per...read more ”Rabbia ed orgoglio dei dottori commercialisti verso le insinuazioni ...read more Torna Barbara Gilbo con la sua suadente e graffiante voce pop/rock e con un pez...read more Ideato da Tohru Iwatani, mentre guardava una pizza dopo averne mangiato la...read more Si chiama Avi Schiffmann e ha spiegato: “Non sono uno speculatore, non vo...read more

Un vero prete recita in un video rap contro la chiesa corrotta? Picciotto e Don Abbondio

A pochi giorni da Natale “Don Abbondio” arriva sugli schermi e nelle radio degli Italiani mostrando in maniera chiara e senza filtri l’evidenza di una Chiesa corrotta e in totale degrado.

In “Don Abbondio” si parla di pedofilia, di sesso, di sperpero di denaro, di raccomandazioni e di tutte le situazioni in cui la chiesa si inserisce nei contesti politici per i giochi di potere.

Il singolo, nuovo capolavoro dell’Artista Siciliano Picciotto (conosciuto ai più per le oltre 135 mila visualizzazioni di un brano passato anche in Rai a favore della lotta contro la mafia e l’amianto “Sotto Casa mia”) é prodotto da Dj Crocetta e vanta gli scratches di Dj Jad (Articolo 31), da sempre coinvolto nelle produzioni dell’artista.

Il brano, che anticipa il terzo disco ufficiale previsto per l’estate 2020 dal nome “Don Picciotto”, é accompagnato da un video per la regia di Fabio di Dio Buono e dello stesso artista. Il mixaggio e il mastering sono stati affidati a Peppe “il Cirino”. Il ritornello del brano è stato interpretato dalla cantante Marvi Vaccari.

Il video, eccezionalmente costruito attraverso allegorie e metafore attorno alle storie dei Promessi Sposi del Manzoni e del Pinocchio di Collodi, ha una vera e propria particolarità : il Prete dal viso censurato non interpreta solo un ruolo, ma é realmente parte del Clero Italiano.

Il progetto ha un forte carattere critico. La satira si fonde all’attitudine Hip Hop e a un sound leggermente reggae. “Don Abbondio” é un tassello importante per Picciotto, che riconferma ancora una volta il proprio stile e la voglia di trattare temi attuali e scomodi.

Tag:, , ,

No Comments
Story Page

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi