Nuova udienza per Chapman: L’uomo che uccise Lennon
close
Breaking news

Un film con Elodie, la cantante è pronta a debuttare come protagonista in un f...read more Konami ha annunciato eFootball 2022 e tutto lascia pensare che sia arrivata l&#...read more Spike Lee, presidente della giuria a Cannes, ha annunciato la palma d’oro...read more GTA 5 Online annuncia il grande evento estivo: Los Santos Tuners porterà il tu...read more Xiaomi senza sosta. L’inarrestabile corsa nel mercato globale di smartpho...read more La PlayStation 5 sta iniziando pian piano a essere disponibile un po’ ovu...read more Professionalità, innovazione, resilienza e perseveranza sono le chiavi del suc...read more Fedez infuriato dopo “l’ennesima raccomandata del Codacons: “...read more Nike SB Dunk Low, in arrivo una release dedicata all’FC Barcelona in escl...read more Morgan potrebbe essere il primo concorrente ufficiale della nuova edizione di &...read more

Nuova udienza per Chapman: L’uomo che uccise Lennon

Sarà forse questa l’udienza decisiva? Chapman riuscirà ad ottenere la libertà vigilata?

Sono queste le domande su cui la maggior parte dei fan di John Lennon si interroga. Infatti la prossima settimana si terrà una nuova udienza, la settima dal 2000, per stabilire un eventuale concessione di libertà vigilata nei confronti di Mark Chapman, l’uomo che  alle 22:51 dell’8 dicembre 1980 pronunciando l’ormai famosissima frase<<Hey Mr.Lennon>> esplose 5 colpi di pistola contro il cantante uccidendolo.

Chapman, condannato all’ergastolo da ben 32 anni, secondo il sistema giudiziario statunitense ha il diritto di veder discusso la sua condizione di libertà vigilata per buona condotta, dopo almeno 20 anni di reclusione. Ovviamente tutte le udienze tenutesi fino a ora hanno avuto esito negativo, inoltre Yoko Ono moglie del cantante,  ha sempre avuto delle perplessità riguardo una possibile concessione, poiché teme  per la sua vita e per quella dei propri figli. La commissione, è al corrente che una possibile scarcerazione potrebbe suscitare una fortissima reazione mediatica per l’uomo, quindi molto probabilmente si regoleranno di conseguenza.

Tag:, , , , ,

No Comments
Story Page

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi