close
Breaking news

Sei alla ricerca di un programma tv o di un film da guardare sul divano ma non ...read more Da oggi “Swoosh”, il primo singolo ufficiale di Dariè Baby, artis...read more Il rapper lancia il nuovo disco, in uscita il 26 giugno: «Lo definirei sobrio,...read more Leggere testi ad alta voce ed essere pagati per farlo. L’azienda di servi...read more Si intitola “Una voglia assurda” e uscirà venerdì “L...read more Aveva 51 anni e si trovava in Sicilia. Il ricordo dei colleghi: «Un grande per...read more ”Rabbia ed orgoglio dei dottori commercialisti verso le insinuazioni ...read more Torna Barbara Gilbo con la sua suadente e graffiante voce pop/rock e con un pez...read more Ideato da Tohru Iwatani, mentre guardava una pizza dopo averne mangiato la...read more Si chiama Avi Schiffmann e ha spiegato: “Non sono uno speculatore, non vo...read more

Oasis, live album e documentario su Knebworth House

Oasis++MK1E’ in programma per il 2016 da parte degli Oasis, ormai sciolti dal 2009, un live album e un documentario che narrerà dei concerti che la band tenne il 10 e 11 agosto 1996 alla Knebworth House, concerto storico della band che suonò di fronte a circa 250.000 persone. A darne la notizia è Noel Gallagher, frontman della band insieme con il fratello Liam, in un’intervista al giornale tedesco Event, alla domanda se questo album fosse davvero in produzione, ha risposto: “Oh yeah! Proprio perchè sarà il 20esimo anniversario dei nostri concerti a Knebworth nel 2016. E proprio perchè siamo una banda di sfigati, avevamo completamente dimenticato di aver filmato il tutto con qualcosa come 20 telecamere e ad abbiamo filmato tutto quello che è successo, come i fans che arrivano, le sequenze del backstage, le interviste ed il resto. E niente di tutto questo è mai stato rilasciato. Non so perchè. Abbiamo deciso che il 2016 sarebbe stato il momento giusto per pubblicare tutto”, ha continuato Gallagher, “perché Knebworth è stato il momento più importante della nostra carriera, quindi il 20esimo anniversario sarebbe un’ottima occasione per evidenziare proprio questo aspetto o solo per raccontare la storia degli Oasis.”

Poi la solita domanda in merito a una reunion degli Oasis, e la solita risposta che fa capire quanto remota sia ormai questa possibilità: “La cosa che mi annoia leggermente è che, facendo solo io interviste in tal senso, tutti pensino che dipenda solamente da me. Se domani mattina mi svegliassi ed avessi questa idea, dovrei chiedere a mia moglie cosa ne pensa. Non dipende solo da me. Chi lo sa se Liam vorrebbe farlo? Probabilmente lo vuole, ma non ne so nulla. Non è tra le mie prorità al momento, sono contento di quello che sto facendo ora.”

In definitiva, quasi sicuramente i fan degli Oasis non godranno mai più di nuove produzioni della storica band britpop di Manchester, ma quanto meno quest’album/documentario li aiuterà a ricordare (come se non lo sapessero già abbastanza) chi e cosa sono stati gli Oasis.

Tag:, , , , , , , ,

No Comments
Story Page

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi