close
Breaking news

Sei alla ricerca di un programma tv o di un film da guardare sul divano ma non ...read more Da oggi “Swoosh”, il primo singolo ufficiale di Dariè Baby, artis...read more Il rapper lancia il nuovo disco, in uscita il 26 giugno: «Lo definirei sobrio,...read more Leggere testi ad alta voce ed essere pagati per farlo. L’azienda di servi...read more Si intitola “Una voglia assurda” e uscirà venerdì “L...read more Aveva 51 anni e si trovava in Sicilia. Il ricordo dei colleghi: «Un grande per...read more ”Rabbia ed orgoglio dei dottori commercialisti verso le insinuazioni ...read more Torna Barbara Gilbo con la sua suadente e graffiante voce pop/rock e con un pez...read more Ideato da Tohru Iwatani, mentre guardava una pizza dopo averne mangiato la...read more Si chiama Avi Schiffmann e ha spiegato: “Non sono uno speculatore, non vo...read more

Paolo Molinari fuori con “Killer”, singolo estratto dall’album “Adesso come ieri”

Estratto dall’album Adesso come ieri del cantautore Paolo Molinari, arriva il singolo KILLER che racconta gli stati d’animo di chi, scappando dalla propria casa e dalla propria vita, atterra su una realtà in cui non si riconosce e nella quale non riesce a collocarsi. Se lo fa per propria scelta, allora è egli stesso KILLER di sé e dei suoi “giovani vent’anni”.

Il brano fa uso intenso di metafore: “Killer” gioca con il tempo, rappresentando in maniera labile i confini del tempo, le giornate inutili, le notti interminabili e si ritrova, fra altre cento e mille persone, a fuggire con lo sguardo dagli occhi di chi non lo accetta. Il brano, di fatto, racconta la storia di una mancata accettazione, che porta in conclusione alla voglia di riavere la propria casa, la propria terra e la propria vita.

Forti i riferimenti in KILLER alle vicende attualissime legate all’immigrazione e all’accoglienza, riferimenti che vengono poi rafforzati dalle immagini nel videoclip che lo accompagna. Il video, mix fra un videoclip ed un lyric-video, è stato autoprodotto da Paolo Molinari, così come l’intero album “Adesso come ieri” di cui fa parte il singolo.

 

Adesso come ieri” è il disco di Paolo Molinari che nasce dopo “Il silenzio delle mie parole” e, come regola cantautoriale vuole, viene scritto sotto l’ispirazione dei fatti e delle vicende personali e sociali che nel corso di questi ultimi anni hanno particolarmente segnato l’autore.

Dai brani più intimi come “Adesso vai”, “Amami ancora”, “Non appena mi addormento” si arriva a quelli più sociali (“Ishmael”, “Killer”, “Quante storie”) passando per delle vere e proprie dediche d’amore alle persone più care all’autore (“In un mare di rose” e “Niente più di te”), sempre tenendo a mente il tema portante del sentimento.

L’album è stato completamente autoprodotto sia nella parte musicale (arrangiamenti, registrazione e mix) che nella parte grafica ed è stato realizzato dall’autore nel proprio studio. Il mastering è stato affidato alla mano di Fabrizio De Carolis presso il Reference Mastering Studio di Roma.

La band che ha contribuito alla realizzazione è composta da: Ivo Mileto (basso), Fabio Tranquilli (batteria), Fabrizio Quacquarini (acustiche), Leonardo Angelucci (elettriche) e Andrea Mancinetti (elettriche).

 

Facebook: https://www.facebook.com/paolomolinari69/
Sito ufficiale: http://www.paolomolinari.it/

Youtube: http://bit.ly/2wfoI5D
Spotify: https://spoti.fi/2BDjFlg

No Comments
Story Page

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi