close
Breaking news

Sei alla ricerca di un programma tv o di un film da guardare sul divano ma non ...read more Da oggi “Swoosh”, il primo singolo ufficiale di Dariè Baby, artis...read more Il rapper lancia il nuovo disco, in uscita il 26 giugno: «Lo definirei sobrio,...read more Leggere testi ad alta voce ed essere pagati per farlo. L’azienda di servi...read more Si intitola “Una voglia assurda” e uscirà venerdì “L...read more Aveva 51 anni e si trovava in Sicilia. Il ricordo dei colleghi: «Un grande per...read more ”Rabbia ed orgoglio dei dottori commercialisti verso le insinuazioni ...read more Torna Barbara Gilbo con la sua suadente e graffiante voce pop/rock e con un pez...read more Ideato da Tohru Iwatani, mentre guardava una pizza dopo averne mangiato la...read more Si chiama Avi Schiffmann e ha spiegato: “Non sono uno speculatore, non vo...read more

Rewind – Epicentro Romano 4, da venerdì 27 marzo in digital download

Rewind - Epicentro Romano 4

Rewind – Epicentro Romano 4 è il titolo della quarta edizione della storica compilation di brani inediti dedicata all’Hip-Hop Romano e a Primo Brown, disponibile da venerdì 27 marzo in tutte le piattaforme digitali pubblicata da Antibemusic con la collaborazione di Drago Publisher.

Il progetto nasce dalla volontà dei due produttori Wiskbeatz e JP Balboa, che dalla scomparsa di Primo decidono di riattivare le collaborazioni con gli artisti capitolini che hanno fatto la storia di questa cultura in Italia. In poche settimane vengono realizzate circa venti strumentali, dove per ricreare quel sound caratteristico Wiskbeatz si avvale di un’applicazione dell’Akai che emula i famigerati campionatori dei 90s, mentre JP Balboa sviluppa le sue composizioni usando proprio un software dell’epoca.

Un disco con la produzione esecutiva di Claudio Donato che si pone come la spontanea celebrazione degli Anni ’90, il decennio tanto in voga e che ha sancito l’avvento e lo sviluppo della cultura Hip-Hop in Italia. Partendo dal boombap fino alle sonorità più digitali della south, in Rewind veterani e artisti emergenti esprimono contenuti di spessore ciascuno attraverso il proprio stile caratteristico.

Il disco è un omaggio all’old school, dove i campioni sono sequenziati alla vecchia maniera e i due produttori hanno voluto fare un metaforico e suggestivo salto nel tempo, senza lasciare spazio alle concessioni.

Nell’album compaiono nomi storici come Danno (Colle Der Fomento), Il Turco (Gente de Borgata), Amir Issaa, Supremo 73 (Rome Zoo), Gast, Mystic One e Chicoria (TruceKlan), Lucci e Hube (Brokenspeakers), Brusco, Chef Ragoo, Esa, lo stesso Primo Brown e tantissimi altri rappresentanti della scena Hip-Hop romana e nazionale appartenenti a varie generazioni. Nella tracklist, infatti, compaiono anche White Boy, William Pascal, Delgado, Sace, Suarez, Rak, Diamante, Kento, Deal Pacino, diversi anche i DJ che hanno dato il loro contributo, nei ritornelli ricordiamo DJ Baro, DJ Stile, DJ Dibba, DJ Snifta e DJ Fuzzten. Partecipano inoltre con gli skit, ossia interventi tramite vocali telefonici che riportano l’ascoltatore a una consuetudine tipicamente 90s, sottolineando così l’atmosfera che pervade tutto Rewind, Piotta, Squarta, Noyz Narcos, Masito e G-Max.

La release è accompagnata dal videoclip della traccia Hurt, prodotta da JP Balboa per Il Turco.

Tag:, ,

No Comments
Story Page

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi