close
Breaking news

Sei alla ricerca di un programma tv o di un film da guardare sul divano ma non ...read more Da oggi “Swoosh”, il primo singolo ufficiale di Dariè Baby, artis...read more Il rapper lancia il nuovo disco, in uscita il 26 giugno: «Lo definirei sobrio,...read more Leggere testi ad alta voce ed essere pagati per farlo. L’azienda di servi...read more Si intitola “Una voglia assurda” e uscirà venerdì “L...read more Aveva 51 anni e si trovava in Sicilia. Il ricordo dei colleghi: «Un grande per...read more ”Rabbia ed orgoglio dei dottori commercialisti verso le insinuazioni ...read more Torna Barbara Gilbo con la sua suadente e graffiante voce pop/rock e con un pez...read more Ideato da Tohru Iwatani, mentre guardava una pizza dopo averne mangiato la...read more Si chiama Avi Schiffmann e ha spiegato: “Non sono uno speculatore, non vo...read more

Thierry Henry lascia il calcio

Thierry Henry, storica stella del calcio francese e mondiale, ufficializza l’addio al calcio

Thierry Henry

Thierry Henry lascia il calcio per diventare telecronista sportivo a Sky News. Il ritiro dal calcio è stato annunciato dallo stesso campione francese su Facebook, ringraziando tutti i suoi fan. Nella sua carriera, ricchisima di successi, oltre che per la nazionale Francese ha giocato per club del calibro di Juventus, Barcellona,  e Arsenal e in fine i New York Red Bulls. “Dopo 20 anni sul campo da calcio, ho deciso di lasciare il calcio professionistico”.

“E’ stato un viaggio incredibile”, ha scritto Henry, 37 anni, che con la nazionale francese ha vinto i mondiali nel 98, gli Europei nel 2000 e la Confederation Cup nel 2003. Innumerevoli, invece, i successi con le squadre di club, tra i quali figurano un campionato francese (Monaco), due campionati inglesi (Arsenal), due campionati spagnoli (Barcelona), una Champions League (Barcelona), una Supercoppa Europea (Barcelona) e un Mondiale per Club (Barcelona). Tra i premi individuali, ricordiamo soprattutto due Scarpe d’oro consecutive (2004 e 2005) e 4 titoli di capocannoniere della Premier League di cui tre consecutivi (2001-2002, 2003-2004, 2004-2005, 2005-2006). Non è invece mai riuscito a vincere il premio più prestigioso, quel Pallone D’Oro sfiorato nel 2003 con un secondo posto dietro Pavel Nedved. Tre anni più tardi, nel 2006, arriva invece al terzo posto, dietro Fabio Cannavaro e Gianluigi Buffon.

Tag:, ,

No Comments
Story Page

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi