close
Breaking news

Sei alla ricerca di un programma tv o di un film da guardare sul divano ma non ...read more Da oggi “Swoosh”, il primo singolo ufficiale di Dariè Baby, artis...read more Il rapper lancia il nuovo disco, in uscita il 26 giugno: «Lo definirei sobrio,...read more Leggere testi ad alta voce ed essere pagati per farlo. L’azienda di servi...read more Si intitola “Una voglia assurda” e uscirà venerdì “L...read more Aveva 51 anni e si trovava in Sicilia. Il ricordo dei colleghi: «Un grande per...read more ”Rabbia ed orgoglio dei dottori commercialisti verso le insinuazioni ...read more Torna Barbara Gilbo con la sua suadente e graffiante voce pop/rock e con un pez...read more Ideato da Tohru Iwatani, mentre guardava una pizza dopo averne mangiato la...read more Si chiama Avi Schiffmann e ha spiegato: “Non sono uno speculatore, non vo...read more

Tutti i successi, il nuovo album de L’Etiope

Uscirà il 19 ottobre 2018 edito da ‘Revubs’, il nuovo album de L’Etiope’ dal titolo Tutti i successi’.

L’Etiope” è un progetto artistico-musicale nato nel 2015 nella periferia di Milano. Il nome della band è un tributo a una famosa scena del film ‘Ecce Bombo’ di Nanni Moretti, in cui ‘l’Etiope’ è qualcuno delle idee precise ma vane, che ha inutilmente ragione, qualcuno con cui “fare finta” per nascondere le proprie frustrazioni.

Da una fase di ricerca intima di una propria identità, con richiami a sonorità del passato uniti a ricerca sulle linee vocali e grande attenzione ai testi nasce Tutti i successi’, album d’esordio della band milanese. Il disco racchiude i primi due anni di lavori della band, dieci canzoni che attraversano le diverse fasi compositive del gruppo, andando a creare un’opera eclettica capace di spaziare da sonorità indie-rock fino ad arrivare a ballate in lingua sarda, passando per il cantautorato e lo swing anni ’50.

Il nome del disco gioca sul doppio significato della parola ‘successi’, intesi sia come vissuti personali, esperienze di vita, che come hit, ‘successi’ tutti raccolti in un album d’esordio dopo anni in base al consenso ottenuto.

Vestiti maleè il primo singolo estratto dall’album, di cui è anche stato realizzato un videoclip per mano di Guido e Gianluca Tosi. La canzone, che richiama ritmicamente atmosfere punk-rock, presenta un testo evidentemente provocatorio. Non vuole infatti essere un attacco all’industria della moda, ma una critica ironica e scanzonata alle superficialità, all’arrivismo e allo snobismo che spesso purtroppo si diffondono nei consumatori più ingenui e manipolabili, soprattutto in città come Milano, e al contempo sottolinea la difficoltà di avere rapporti affettivi autentici in seno a questo tipo di disvalori.

Il videoclip del brano sottolinea la voglia de “L’Etiope” di ironizzare sul tema, andando a creare un supereroe del “cattivo gusto” che ha il potere di rendere le persone meno legate alla classica estetica modaiola, facendo riscoprire drasticamente le comodità e la felicità del vestirsi male. Il titolo a questo punto si può leggere anche come un imperativo, codice deontologico di una rivoluzione tutta basata sull’utilizzo dell’armadio: “Véstiti male!

No Comments
Story Page

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi