Umani è il nuovo album degli I-Dea
close
Breaking news

La Casa di Carta 5 è stata divisa in due parti. La prima metà degli episodi s...read more In arrivo UFL, il nuovo videogame calcistico free-to-play per console di vecchi...read more Spencer Elden, l’ex bambino nella copertina iconica di “Nevermind&#...read more L’attesa sta per terminare, Cowboy Bebop è in arrivo su Netflix! La piat...read more Scarlett Johansson è diventata mamma per la seconda volta. A rivelare sesso e ...read more L’asteroide 2016 AJ193, classificato ‘potenzialmente pericoloso’, si ...read more Orlando Bloom e Katy Perry hanno scelto Capri per le loro vacanze, concedendosi...read more Per festeggiare il debutto nei cinema di Free Guy – Eroe Per Gioco è in ...read more Soddisfazione per i Maneskin, domani 6 agosto è in uscita “I wanna be yo...read more È ufficiale il divorzio tra Bill Gates e Melinda: l’ex moglie del fondat...read more

Umani, il nuovo album degli I-Dea punta dritto al rock dei ’90 con la benedizione di Omar Pedrini

I-Dea

Umani è il titolo del nuovo album della band torinese I-Dea, disponibile da mercoledì 17 giugno in tutte le piattaforme digitali pubblicato da Oyez!/Senza Vento.

Rock italiano è la parola chiave per descrivere e capire la band torinese e il loro nuovo capitolo discografico. Quel rock tricolore che ha raggiunto il suo picco tra i ’90 e i ’00, quel rock coltivato con passione e coerenza negli anni. Quella passione che vive orgogliosamente al di là delle mode e delle generazioni. 

Umani è quello sfogo “urlato” verso l’ascoltatore, dove le tracce sono caratterizzate da una visione precisa e in ogni brano si cerca o si arriva a una soluzione. Un sound corposo e melodico verte su ritmiche lineari sostenute anche dalla chitarra acustica, distorsioni ruvide, dove tastiere e insert elettronici concedono a tutto l’album un respiro moderno. Arrangiamenti e produzione richiamano proprio quella visione tipicamente italiana, complici anche cori e contro cori che sostengono la linea vocale. Tra ballad più intimiste e momenti più sostenuti che sfiorando l’hard rock, Umani non nasconde un dichiarato amore verso il mondo dei Timoria. Omar Pedrini, infatti, partecipa in prima persona prestando la sua voce nell’intro, nel ritornello e nel bridge della titletrack Umani. Una condivisione artistica talmente forte che ha portato il rocker bresciano a diventare anche l’editore del disco con la sua label Senza Vento.

I contenuti dei testi raccontano il periodo storico contemporaneo, gli errori che stiamo facendo, ma anche la fortuna che abbiamo di viverlo. Idee, sogni, grandi e piccole considerazioni sulla vita di tutti i giorni e sui massimi sistemi.

Nel videoclip animato realizzato da Alex Bufalo per Violex Video, compare tutta la band in compagnia dello stesso Omar Pedrini in versione avatar.

Tag:, , ,

No Comments
Story Page

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi